Jump to content

Valerio

SEMMod
  • Content Count

    142
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Convegno dal titolo "Fonte e culmine della vita cristiana: Storia della Santa Eucaristia" che si è tenuto Sabato 18 Gennaio 2020 in un gremitissimo Auditorium "G. Tebaldi" a San Benedetto del Tronto, organizzato dal movimento mariano "Con la gioia nel cuore"Relatori: Mons. Nicola Bux - Don Federico Bortoli. Moderatore Andrea Carradori https://youtu.be/XdC3DM-yaTM
  2. L'indulgenza è la remissione della pena temporale dovuta per i nostri peccati, già rimessi quanto alla colpa; remissione che la Chiesa accorda fuori del sacramento della Penitenza. La Chiesa ha ricevuto la facoltà di dare le indulgenze dallo stesso Gesù Cristo. La Chiesa ci rimette la pena temporale per mezzo delle indulgenze, applicandoci le soddisfazioni sovrabbondanti di Gesti Cristo, di Maria SSma, e dei Santi, le quali formano ciò che dicesi il tesoro della Chiesa. Il potere di concedere le indulgenze lo ha solo il Papa in tutta la Chiesa, e il Vescovo nella sua diocesi, secondo la facoltà concessagli dal Papa. Le indulgenze sono di due specie: l'indulgenza plenaria e l'indulgenza parziale. L' indulgenza plenaria è quella con cui ci viene rimessa tutta la pena temporale dovuta per i nostri peccati. Perciò se taluno morisse dopo aver ricevuto tale Indulgenza, andrebbe subito in Paradiso, esente affatto dalle pene del purgatorio. L'indulgenza parziale è quella con la quale ci viene rimessa soltanto una parte della pena temporale dovuta per i nostri peccati. Nel concedere le indulgenze la Chiesa intende venire in aiuto alla nostra incapacità di espiare in questo mondo tutta la pena temporale, facendoci conseguire per mezzo di opere di pietà e di carità cristiana quello che nei primi secoli procurava che si ottenesse col rigore dei canoni penitenziali. Per indulgenza di quaranta o cento giorni ovvero di sette anni e simili, s'intende la remissione di tanta pena temporale, quanta se ne sconterebbe con quaranta o cento giorni ovvero sette anni della penitenza anticamente stabilita dalla Chiesa. Delle indulgenze dobbiamo fare grandissimo conto, perché con esse si soddisfa alla giustizia di Dio e più presto e più facilmente si ottiene il possesso del cielo. Per acquistare le indulgenze si ricerca: 1. lo stato di grazia (almeno nell'ultima opera che si compie) e la mondezza anche da quelle colpe veniali, di cui vuolsi cancellare la pena; 2. l'adempimento delle opere che la Chiesa prescrive per acquistare l'indulgenza; 3. l'intenzione di acquistarla. Le indulgenze possono applicarsi anche alle anime del purgatorio, quando chi le accorda dichiari che si possono applicare ad esse. Il Giubileo, che ordinariamente si concede ogni venticinque anni, è un' indulgenza plenaria a cui sono annessi molti privilegi e particolari concessioni, come di poter ottenere l'assoluzione di alcuni peccati riservati e delle censure, e la commutazione di alcuni voti.
  3. La soddisfazione, che chiamasi anche penitenza sacramentale, è uno degli atti del penitente, col quale egli dà un qualche risarcimento alla giustizia di Dio per i peccati commessi, eseguendo quelle opere che il confessore gli impone. Il penitente è obbligato ad accettare la penitenza ingiuntagli dal confessore, se può farla; e se non può farla, deve dirlo umilmente al confessore stesso, e domandarne un'altra. Se il confessore non ha prescritto un tempo preciso per assolvere alla penitenza, essa si deve fare al più presto, e bisogna procurare di farla in stato di grazia, per intero e con devozione. La penitenza s'ingiunge perché ordinariamente, dopo l'assoluzione sacramentale che rimette la colpa e la pena eterna, resta una pena temporale da scontarsi in questo mondo o nel purgatorio. Il Signore ha voluto nel sacramento del Battesimo rimettere tutta la pena dovuta ai peccati, e non nel sacramento della Penitenza, perché i peccati dopo il Battesimo sono assai più gravi, essendo commessi con maggior cognizione e ingratitudine ai benefici di Dio, e anche perché l'obbligo di soddisfarli sia freno a non ricadere nel peccato. Noi, da noi stessi, non possiamo soddisfare a Dio; ma ben lo possiamo con l'unirci a Gesù Cristo, che col merito della sua passione e morte dà valore alle nostre azioni. La penitenza che dà il confessore normalmente non basta per scontare completamente la pena che rimane dovuta ai peccati; perciò è bene procurare di supplire con altre penitenze volontarie. Le opere di penitenza si possono ridurre a tre principalmente: alla preghiera, al digiuno, all'elemosina. Per la preghiera s'intende ogni sorta di esercizi di pietà. Per digiuno s'intende ogni sorta di mortificazione. Per limosina s'intende qualunque opera di misericordia spirituale e corporale. La penitenza che ci dà il confessore è la più meritoria, perché, essendo parte del sacramento, riceve maggior virtù dai meriti della passione di Gesù Cristo. Quelli che muoiono dopo d'avere ricevuta l'assoluzione, ma prima d'avere pienamente soddisfatto alla giustizia di Dio, non vanno subito in Paradiso, ma prima nel Purgatorio dove completano la propria purificazione. Le anime che si trovano nel purgatorio, possono essere aiutate ad elevarsi con le preghiere, con le elemosine, con tutte le altre buone opere e con le indulgenze, ma sopratutto coi santo sacrificio della Messa. Il penitente, dopo la confessione, oltre la penitenza, se ha danneggiato ingiustamente il prossimo nella roba o nell'onore, o se gli ha dato scandalo, cioè lo ha indotto nel peccato, deve per quanto gli è possibile al più presto restituirgli la roba, ripararne l'onore e rimediare allo scandalo. Si più rimediare allo scandalo che si è cagionato, facendone cessare l'occasione, ed edificando con le parole e col buon esempio quelli che abbiamo scandalizzati. Si dovrà soddisfare al prossimo, quando è stato da noi offeso, con domandargli perdono o con dargli qualche altra conveniente riparazione. Una buona confessione: 1. ci rimette i peccati commessi, e ci dà la grazia di Dio; 2. ci restituisce la pace e la quiete della coscienza; 3. ci riapre le porte del paradiso, e cambia la pena eterna dell'inferno in pena temporale; 4. ci preserva dalle ricadute e ci rende capaci del tesoro delle indulgenze.
  4. Io credo in Dio Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra, e in Gesù Cristo, suo unico Figliuolo, Nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morto e seppellito, discese all’inferno, il terzo giorno resuscitò da morte, salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente, di là ha da venire a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita e terna. Amen. Tengo ancora fermamente per vero: 1) che nel Santissimo Sacramento dell’Eucarestia vi è veramente il Corpo, il Sangue, l’Anima e la Divinità di nostro Signore Gesù Cristo, e che nella Santa Messa si offre a Dio un vero sacrificio propiziatorio per i vivi e per i morti; 2) che il Sacramento della Penitenza è di divina istituzione, ed è necessario alla salute per tutti coloro che sono caduti in peccato mortale dopo il Battesimo; 3) che la beatissima Vergine Maria, concepita senza macchia di peccato originale, è vera Madre di Dio; 4) che il Romano Pontefice è il successore di S. Pietro, vero Vicario di Gesù Cristo, Capo di tutta la Chiesa, Pastore Supremo e Maestro infallibile di tutti i cristiani; 5) ed infine che veramente, oltre il Paradiso eterno per coloro che si salvano, v’è un Inferno eterno per i dannati, ed un Purgatorio per coloro che muoiono bensì in grazia di Dio, ma con qualche debito da soddisfare alla Divina Giustizia. Ammetto e professo, senza alcun dubbio, tutte le altre verità insegnate dalla Chiesa Cattolica, nella quale solo vi è salvezza; e perciò condanno e rigetto tutte le dottrine condannate e rigettate dalla Chiesa.
  5. Il cuore umano non ha un contorno perfetto e regolare ma ha una forma leggermente irregolare come se un piccolo pezzo mancasse di lato. Questo pezzo mancante, può benissimo simboleggiare quel pezzo che una lancia ha strappato dal Cuore di Cristo, dal Cuore Universale dell'Umanità sulla Croce, ma probabilmente rappresenta qualcosa di più. Può benissimo rappresentare che quando Dio creò ogni cuore umano, Egli conservò un piccolo pezzo in Cielo nell'Eternità e inviò il resto nel mondo del Tempo, dove ogni giorno esso avrebbe dovuto imparare la lezione che non sarà mai realmente Felice, non sarà mai nella Pace completa finché non ritornerà nell'Eternità dove ritroverà il pezzo che Dio ha conservato per lui; fino a quando non riposerà in Paradiso con il Cristo Risorto in un'eterna Pasqua. (Beato Fulton J. Sheen)
  6. Il 1mo Gennaio la Chiesa, oltre alla Solennità di Maria Santissima Madre di Dio, celebra anche quella della Circoncisione di Nostro Signore. Questa festa è istituita per celebrare la memoria del sangue sparso da Gesù Cristo nei primi giorni della sua vita. La circoncisione, nella legge antica, era un rito istituito da Dio, per contrassegnare coloro che appartenevano al Suo popolo, distinguendoli dalle genti infedeli. Gesù Cristo certamente non era soggetto alla legge della circoncisione, perché era fatta per i servi e per i peccatori; e Gesù Cristo è vero Figliuolo di Dio e autore della legge, ed era la medesima santità, ma ha voluto comunque essere circonciso senza esservi obbligato, perché essendosi per amore addossato i nostri peccati, volle portarne le pene e cominciare a lavarli col sangue fino dai primi giorni della sua vita. Quando Egli fu circonciso gli venne imposto il nome di Gesù, come già l'Angelo aveva ordinato per parte di Dio alla santissima Vergine e a san Giuseppe. Il nome di Gesù significa Salvatore; e si diede al Figliuolo di Dio, perché veniva a salvarci e a liberarci dai nostri peccati. Per il nome di Gesù si deve avere grandissimo rispetto, perché questo rappresenta il nostro divin Redentore che ci ha riconciliati con Dio, e ci ha meritato alla vita eterna. Per celebrare la festa della Circoncisione secondo la mente della Chiesa dobbiamo fare quattro cose: 1. adorare Gesù Cristo, ringraziarlo ed amarlo; 2. invocare con viva fede e con rispetto il suo santissimo Nome, e porre in esso tutta la nostra confidenza; 3. praticare la circoncisione spirituale, che consiste nel togliere dal cuore il peccato ed ogni affetto disordinato; 4. consacrare a Dio tutto l'anno che incomincia, e pregarlo di darci la grazia di passarlo nel suo divino servizio.
  7. da: dom Prosper Guéranger, L’anno liturgico. Il nome di Lucia si trova unito a quello di Agata, di Agnese e di Cecilia nel Canone della Messa. Nei giorni dell’Avvento, il nome di Lucia annuncia la Luce che si appressa, e consola meravigliosamente la Chiesa. Lucia è anche una delle tre glorie della Sicilia cristiana; trionfa a Siracusa come Agata brilla a Catania, e come Rosalia cosparge dei suoi profumi Palermo. Festeggiamola dunque con amore, affinché ci sia d’aiuto in questo sacro tempo, e ci introduca presso Colui il cui amore l’ha resa vittoriosa sul mondo. Comprendiamo ancora che se il Signore ha voluto che la culla del Figlio suo apparisse così circondata da una schiera di Vergini, e se non si è contentato di farvi figurare gli Apostoli, i Martiri e i Pontefici, è perché nella gioia di tale venuta i Figli della Chiesa non dimentichino di recare alla mangiatoia del Messia, insieme con la fede che lo onora come il sommo Signore, quella purezza del cuore e dei sensi che nulla potrebbe sostituire in coloro che vogliono accostarsi a Dio. PREGHIERA Ci rivolgiamo a te, o Vergine Lucia, per ottenere la grazia di vedere nella sua umiltà Colui che contempli ora nella gloria. Degnati di prenderci sotto il tuo potente patrocinio. Il nome che hai ricevuto significa Luce: sii dunque la nostra fiaccola nella notte che ci circonda. O lampada sempre risplendente della bellezza della verginità, illumina i nostri occhi; guarisci le ferite che ha prodotte in esse la concupiscenza, affinché si alzino, al di sopra della creatura, fino a quella Luce vera che risplende nelle tenebre, e che le tenebre non comprendono. Fa’ che il nostro occhio purificato veda e conosca nel Bambino che sta per nascere, l’Uomo nuovo, il secondo Adamo, il modello della nostra vita rigenerata. Ricordati anche, o Vergine Lucia della santa Romana Chiesa e di tutte quelle Chiese che attingono da essa la forma del Sacrificio, poiché pronunciano ogni giorno il tuo nome all’altare, davanti all’Agnello tuo Sposo, al quale è gradito sentirlo. Spandi le tue benedizioni speciali sull’isola che ti diede la vita terrena e la palma dell’eternità. Conserva in essa l’integrità della fede, la purezza dei costumi, la prosperità temporale, e guarisci i mali che tu conosci. AMEN
  8. - dagli scritti di padre Antonio Maria Di Monda - “Maria è regina perché Madre di Dio. La divina Maternità è il fondamento di tutta la grandezza di Maria. E’ così poco logica la posizione dei Protestanti, in merito. Come si può ritenere Maria una donna come tutte le altre, dopo aver generato il Verbo di Dio incarnato? La madre, proprio per la generazione, acquisisce relazioni e meriti unici: per il figlio essa è uno dei massimi beni e valori. Accanto al Figlio, perciò, nella ricchezza e nella gloria, si pone naturalmente la madre e nessun altro”. PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  9. - dagli scritti di padre Antonio Maria Di Monda - “Che gioia e che grazia avere una Madre così clemente come Maria. Questo, tra l’altro, apre soprattutto alla speranza di poter ottenere da Dio la potente intercessione di Lei, nonostante tutte le miserie che possono opprimere un povero cuore, il perdono delle colpe e dei castighi meritati e l’ingresso sospirato, porto della salvezza eterna. Virgilio ha scritto che il popolo romano aveva per sua missione di debellare e pacificare il mondo intero: ‘Altri foggeranno, lo ammetto statue aspiranti con più morbidezza, trarranno vivi i volti dal marmo, peroreranno meglio le cause, tracceranno con la bacchetta il corso degli astri, prediranno il sorgere delle stelle, ma tu, o Romano, ricordati della tua missione imperiale di governare i popoli. Le tua arti siano: dare stabile aspetto alla pace, trattare con clemenza quelli che si sottomettono, domare i superbi.’ “La più grande missione di Maria -dopo il suo Fiat che ci ha donato il Salvatore- è celebrarne l’infinita misericordia attraverso questa stupenda opera di clemenza. Ne sia benedetta in eterno la Trinità augusta assieme a Maria l’umile sua ancella!” PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  10. - dagli scritti di padre Antonio Maria Di Monda - “Si ricorre volentieri a Maria, Mamma di tutti, così come, nella famiglia umana, si ricorre volentieri più alla mamma che al padre, forse perché il legame con la mamma è avvertito più facilmente. E si ricorre di preferenza a Maria per una misteriosa disposizione di Dio stesso. Egli gode perciò se, alla voce del Figlio assolutamente indispensabile e determinante, si associ quella della Madre.” PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  11. - dagli scritti di padre Antonio Maria Di Monda - “La vita è una dura battaglia. Ma se si avesse la ventura di combattere agli ordini di un prodigioso capitano, predestinato a vincere tutte le battaglie, il combattere stesso sarebbe una gioia e una gloria. La certezza di vincere rende l’uomo un leone. E’ questa la ventura dell’anima che crede e spera in Maria: le sue battaglie ne galvanizzano tutte le forze perché sa bene che se tra Maria e il dragone infernale c’è inimicizia e lotta furibonda, sa pure che Ella gli schiaccerà il capo!” PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  12. - dagli scritti di padre Antonio Maria Di Monda - “Come ogni mamma che difende e protegge il suo figlio, anche il più disgraziato, l’Immacolata, alla quale Gesù ha affidato tutta l’umanità, non fa che difendere, scusare, proteggere.“ PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  13. - dagli scritti di padre Antonio Maria Di Monda - “Quanto perde il mondo quando si priva della psicologia della donna: tutto e l’uomo stesso, diventano più duri, più freddi, senza anima. Qualcosa del genere è capitato al protestantesimo che ha bandito il culto e la presenza di Maria dal cuore dei credenti. Ne è risultato un mondo senza anima, una religione senza calore. La nostalgia di un cuore materno affiora dalle confessioni di tanti nostri fratelli separati. Anche chi scrive ricorda di aver incontrato in un pellegrinaggio di esuli ungheresi al santuario di Mariazell in Austria una distinta giovane Signora protestante, rumena, felice di potersi inginocchiare ai piedi della Madre e versare nel suo cuore le lacrime e i sospiri del suo quotidiano camminare in questa ‘valle di lacrime’. Bisognava vederla, tra tanti cattolici, in ginocchio sulla nuda terra, con gli occhi fissi e imploranti sull’immagine di Maria!” PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  14. - dagli scritti di Padre Antonio Maria Di Monda - “Tutti i vivi della grazia sono, in qualche modo, generati da Maria, che, generando Gesù, genera in qualche modo anche tutti quelli che Gli appartengono.” PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
  15. - dagli scritti di Padre Antonio Maria Di Monda - “Se gli occhi di Maria sono ammirabili occhi di misericordia, è chiaro che l’anima non aspira che a farsi guardare da essi: ‘Volgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi’, nella certezza assoluta di essere aiutata. Una mamma, come Maria, se vede soffrire un suo figlio non può vivere, e nulla potrà consolarla se non quando avrà visto la sua creatura rasserenata e contenta.“ PREGHIERA Eterno Divin Padre, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quella somma potenza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra dilettissima Figlia, dal peccato originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divin Figlio, io vi adoro profondamente e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell’infinita Sapienza con cui avete preservato Maria Vergine, vostra vera e dolcissima Madre, dalla colpa originale 1 Pater e 4 Ave intercalate da: Sia Benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria Madre di Dio Oppure: O Maria concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi 3 Gloria Eterno Divino Spirito, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quell'immenso amore, con cui avete preservata Maria Vergine, vostra purissima sposa, dalla colpa originale. Santissima Trinità, io vi adoro profondamente, e con tutto il mio cuore vi ringrazio per quel singolarissimo privilegio concesso alla benedetta e gloriosa madre di Maria Vergine, sant'Anna, l'unica fra tutte le madri, umanamente feconda, che abbia concepita e data alla luce una prole del tutto esente dalla colpa d'origine. solo 3 Gloria PREGHIAMO O Dio che con l’Immacolata Concezione della Vergine Maria, hai preparato al Tuo Figlio una degna dimora, e in previsione della morte di Lui, l’hai preservata da ogni macchia, concedi anche a noi, per sua intercessione, di giungere fino a Te in purezza di spirito. Per il medesimo Cristo Nostro Signore. PREGHIERA COMPOSTA DA SAN PIO X Vergine santissima che piaceste al Signore e diveniste sua Madre, immacolata nel corpo e nello spirito, nella fede e nell'amore, concepita senza peccato, guardate benigna ai miseri che implorano il vostro potente patrocinio! Il maligno serpente contro cui fu scagliata la prima maledizione continua, purtroppo, a combattere e ad insidiare i miseri figli di Eva. Voi, o benedetta Madre nostra, nostra Regina e Avvocata, che fin dal primo istante del vostro concepimento schiacciaste il capo del nemico, accogliete le preghiere -- che uniti con Voi in un cuor solo -- Vi scongiuriamo di presentare al trono di Dio, perché non cediamo giammai alle insidie che ci vengono tese, così che tutti arriviamo al porto della salute, e fra tanti pericoli, la Chiesa e la società cristiana cantino ancora una volta l'inno della liberazione, della vittoria e della pace. Così sia "O Maria, concepita senza peccato pregate per noi che ricorriamo a Voi" (per tre volte) Durante la Novena si consiglia di: 1) Pregare ogni giorno una decina del Rosario, o meglio una parte intera, 2) Fare dei canti in onore della B.V. Maria, 3) Fare dei fioretti per la gloria di Maria 4) Vivere la Novena come momento di conversione personale o di gruppo, 5) Curare il silenzio per la riflessione personale. CANTO DEL TOTA PULCHRA
×
×
  • Create New...

Important Information