Jump to content

San Pio da Pietralcina c'insegna cos'è davvero la Santa Messa.


Valerio

770 views

 Share

La Messa non è un banchetto, un convito, un'assemblea o un ritrovo festoso, non è un momento di allegria, di svago o intrattenimento. Essa è realmente e sostanzialmente lo stesso Sacrificio della Croce di Nostro Signore Gesù Cristo, che si rinnova incruentemente, ma sostanzialmente, riofferto da Cristo Stesso al Padre, per mezzo del sacerdote, per la nostra salvezza e donato a noi nel Suo Corpo e nel Suo Sangue per la vita eterna.
L'Eucarestia è stato il centro di tutta la vita di Padre Pio, della cui giornata ogni momento costituiva una continua preparazione e ringraziamento a Gesù Sacramentato, con la preghiera e la sofferenza anche di notte. Nella celebrazione della Messa il santo, facendo la volontà di Dio, fa sua tutta la Passione di Cristo: l'agonia nell'orto, il processo dinanzi a Pilato, il viaggio al Calvario, la Crocifissione. Riportiamo di seguito la fedele trascrizione di domande che furono poste a San Pio da Pietralcina e delle risposte da lui date:

D. Padre, che cosa è la vostra Messa?

R. Un pasticciotto sacro con la passione di Gesù. La mia responsabilità è unica al mondo, dice piangendo.

D. Che cosa debbo leggere nella vostra santa Messa?

R. Tutto il Calvario.

D. Padre, ditemi tutto quello che soffrite nella santa Messa.

R. Tutto quello che ha sofferto Gesù nella sua passione, inadeguatamente, lo soffro anche io, per quanto a umana creatura è possibile. E ciò contro ogni mio demerito e per sola sua bontà.

D. Agonizzate, Padre, come Gesù nell'orto?

R. Sicuramente.

D. Quale «fiat» pronunziate?

R. Di soffrire e sempre soffrire per i fratelli di esilio e per il suo divin regno.

D. E allora anche voi siete tutto una piaga dalla testa ai piedi?

R. E non è questa la nostra gloria? E se non ci sarà più spazio per fare altre piaghe nel mio corpo, faremo piaga su piaga.

D. Dio mio, questo è troppo! Siete, Padre mio, un vero carnefice di voi stesso!

R. Non ti spaventare, ma gioisci. Non desidero la sofferenza in se stessa, no; ma per i frutti che mi dà. Dà gloria a Dio e salva i fratelli. Che altro posso desiderare?

D. Con la coronazione di spine, quali peccati scontò Gesù?

R. Tutti. In particolare quelli di pensiero, non esclusi quelli vani e inutili.

D. Le spine, Padre, ce le avete sulla fronte o intorno al capo?

R. Intorno a tutto il capo.

D. Padre, è vero che durante la Messa soffrite il supplizio della coronazione di spine?

R. E lo metti in dubbio?

D. Durante tutta la Messa?

R. E anche prima e dopo. Il diadema non si lascia mai.

D. Nel divin sacrificio, Padre, voi prendete su di voi le nostre iniquità?

R. Non si può fare diversamente, poiché fa parte del divin sacrificio.

D. Vi ho visto tremare mentre salivate i gradini dell'altare. Perché? Per quello che dovevate soffrire?

R. Non per quello che dovevo soffrire, ma per quello che dovevo offrire.

D. In qual momento del divin sacrificio soffrite di più?

R. Sempre e in modo crescente.

D. Nella celebrazione della santa Messa, quale è il momento in cui soffrite di più?

R. Dalla consacrazione alla comunione.

D. In qual momento della Messa soffrite la flagellazione?

R. Dal principio alla fine, ma più intensamente dopo la consacrazione.

D. Durante la Messa le punture della corona di spine e le ferite della flagellazione sono reali?

R. Cosa intendi dire con questo? Gli effetti è certo che sono gli stessi.

D. Perché piangete all'offertorio?

R. Vorresti strapparmi il segreto? E sia pure. Allora è il momento che l'anima viene separata dal profano.

D. Durante la vostra Messa, Padre, la folla fa un po' di chiasso!...

R. E se vi foste trovate sul Calvario dove si sentivano urli, bestemmie, rumori, minacce!? Lì era tutto un fracasso!

D. I rumori che fanno in chiesa vi distraggono?

R. Niente affatto.

D. Perché soffrite tanto, Padre, nella consacrazione?

R. Sei troppo cattiva!

D. Ditemelo perché soffrite tanto nella consacrazione.

R. Perché è proprio lì che avviene una nuova e ammirabile distruzione e creazione.

D. Perché soffrite tanto nella consacrazione?

R. I segreti del sommo Re non si svelano senza profanarli. Mi domandi perché soffro? Non lacrimucce, ma torrenti di lacrime vorrei versare! Non rifletti al tremendo mistero? Un Dio vittima dei nostri peccati!... Noi poi siamo i suoi macellai.

D. L'amarezza del fiele, Padre, la soffrite?

R. Sì e spesso spesso.

D. Padre, come vi reggete in piedi sull'altare?

R. Come si reggeva Gesù sulla croce.

D. Sull'altare siete sospeso sulla croce come Gesù al Calvario?

R. E lo domandi pure?

D. Come fate a reggervi?

R. Come si reggeva Gesù sul Calvario.

D. I carnefici capovolsero la croce di Gesù per ribattere i chiodi?

R. Si capisce!

D. Anche a voi ribattono i chiodi?

R. E come!

D. Pure a voi la capovolgono?

R. Sì, ma non aver paura.

D. Padre, recitate pure voi durante la santa Messa le sette parole che Gesù proferì in croce?

R. Sì, indegnamente, le recito pure io.

D. E a chi dite: «Donna, ecco tuo figlio»?

R. Dico a Lei: Ecco i figli del tuo Figlio.

D. Soffrite la sete e l'abbandono di Gesù?

R. Sì.

D. In quale momento soffrite la sete e l'abbandono?

R. Dopo la consacrazione.

D. Fino a quale momento soffrite l'abbandono e la sete?

R. Ordinariamente sino alla comunione.

D. Gesù crocifisso aveva le viscere consumate?

R. Di' piuttosto: bruciate!

D. Di che cosa aveva sete Gesù crocifisso?

R. Del regno di Dio.

D. Ditemi cosa potrei fare per alleggerire il vostro calvario.

R. Alleggerirlo?!... Di' piuttosto per appesantirlo. Bisogna soffrire!

D. È doloroso assistere al vostro martirio senza potervi aiutare!

R. Anche l'Addolorata dovette assistere. Per Gesù, certo, era più confortante avere una Madre dolorante, che una indifferente.

D. Che faceva la Vergine ai piedi di Gesù crocifisso?

R. Soffriva nel vedere soffrire suo Figlio. Offriva le sue pene e i dolori di Gesù al Padre celeste per la nostra salvezza.

D. Che cosa è la santa comunione?

R. È tutta una misericordia interna ed esterna. Tutto un amplesso. Pregate pure Gesù che si faccia sentire sensibilmente.

D. Che fa Gesù nella comunione?

R. Si delizia nella sua creatura.

D. La comunione è una incorporazione?

R. È una fusione. Come due ceri si fondono insieme e più non si distinguono.

D. Quando vi unite a Gesù nella santa comunione che dobbiamo chiedere al Signore?

R. Che sia anche io un altro Gesù, tutto Gesù, sempre Gesù.

D. Pure alla comunione soffrite?

R. È il punto culminante.

D. Dopo la comunione continuano le vostre sofferenze?

R. Sì, ma sofferenze amorose.

D. In questa unione, Gesù non vi consola?

R. Sì, ma non si cessa di stare sulla croce!

D. Nella santa Messa morite anche voi?

R. Misticamente nella santa comunione.

D. È per veemenza d'amore o di dolore che subite la morte?

R. Per l'uno e per l'altro: ma più per amore.

D. Nella comunione subite la morte: allora non ci siete più sull'altare?

R. Perché? Anche Gesù morto era sul Calvario.

D. Avete detto, Padre, che nella comunione la vittima muore. Nelle braccia della Madonna vi depongono?

R. Di san Francesco

D. La santissima Vergine assiste alla vostra Messa?

R. E credi tu che la Mamma non s'interessi del figlio?

D. Gli angeli assistono alla vostra Messa?

R. A torme.

D. Che fanno?

R. Adorano e amano.

D. Padre, chi sta più vicino al vostro altare?

R. Tutto il paradiso.

D. Desiderate celebrare più di una Messa al giorno?

R. Se fosse in mio potere non scenderei mai dall'altare.

D. Il Signore, Padre, ama il sacrificio?

R. Sì, perché con questo ha rigenerato il mondo.

D. Quanta gloria dà a Dio la santa Messa?

R. Infinita gloria.

D. Che dobbiamo fare durante la santa Messa?

R. Compassionare ed amare.

D. Padre, come dobbiamo ascoltare la santa Messa?

R. Come vi assistettero la santissima Vergine e le pie donne. Come assistette san Giovanni al sacrificio eucaristico e a quello cruento della croce.

D. Che benefici riceviamo ascoltandola?

R. Non si possono enumerare. Li vedrete in paradiso.

 Share

0 Comments


Recommended Comments

There are no comments to display.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Informativa Privacy