Jump to content

LA PRIMA APPARIZIONE DELLA MADONNA A RUE DU BAC A SANTA CATERINA LABOURE'


Valerio

116 views

Nella notte tra il 18 e il 19 luglio del 1830, mentre in Francia c'era grande timore per la possibilità di una nuova rivoluzione, a Parigi, in rue du Bac, nella cappella della Casa Madre della Compagnia delle Figlie della Carità, fondata San Vincenzo de Paoli nel 1633, Santa Caterina Labouré, allora ancora novizia, ricevette la prima apparizione della Beata Vergine Maria, rimanendo in colloquio con lei per più di due ore. Ad essa ne seguirono altre, di cui la più importante e nota avvenne il 27 ottobre dello stesso anno. In seguito a questi straordinari eventi, la veggente, compiendo la missione affidatale da Dio, fece coniare quella che dopo venne chiamata la "Medaglia Miracolosa", diffondendone la devozione che poi si è affermata in tutto il mondo. Da essa, quale sorgente inesauribile di ineffabili tesori di grazia e di conversione, per la gloria del Signore e la salvezza delle anime, sono scaturiti frutti inimmaginabili.
In questa prima apparizione, in particolare, la Santa Vergine preannunciò tempi molto dolorosi per la Francia. Disse che il trono sarebbe caduto, che nel clero e nelle comunità religiose ci sarebbero state persecuzioni e numerose vittime, che penose tribolazioni si sarebbero abbattute su tutto il mondo.
Parlando di questi avvenimenti Maria Santissima piangeva amaramente, mostrando in volto una profonda sofferenza, ma nondimeno assicurò la sua vicinanza costante e il suo sostegno con la sua intercessione, promettendo di spandere abbondanti grazie sulla comunità e su tutti coloro che le avessero chieste con fede e fervore, presentandosi ai piedi dell'altare. Invitò, dunque, tutti ad avere sempre totale fiducia in lei.
La prima profezia si avverò appena una settimana dopo questa prima visione, allorché Carlo X fu costretto a lasciare il trono e Parigi, per lo scoppio della rivoluzione del 27 luglio 1830.
Nel 1848 poi fu proclamata la Seconda Repubblica Francese e il Vescovo dovette fuggire.
40 anni dopo ebbe luogo la guerra franco-prussiana dal 1870 al 1871, con una grave carestia, per cui le suore si privarono di tutte le loro provviste per darle ai poveri, e lasciarono per sé solo poche minuzie.
La Francia fu sconfitta e subito dopo colpita anche da una dura guerra civile, che sparse molto sangue per le vie della capitale, come era stato predetto dalla Madonna.
Molti sacerdoti e religiosi morirono, e con loro anche il Vescovo. La paura attanagliava la popolazione, ma Caterina continuò con fiducia incrollabile a curare i feriti e i poveri. Appese diverse Sacre Medaglie Miracolose alle porte ed alle finestre del Convento, incoraggiando le consorelle a credere nel sostegno costante della Santa Vergine, che mai venne meno.
Come Ella aveva promesso 40 anni prima, infatti, la comunità non fu danneggiata.
Si riporta di seguito il racconto di questa prima apparizione, scritto dalla stessa Santa Caterina Labourè sul suo Diario, nel 1834:

"Alle undici e mezzo mi sentii chiamare per nome: ‘Suor Labouré! Suor Labouré!’. Svegliatami, guardo dalla parte da dove proveniva la voce, che era dal lato del passaggio del letto.
Tirai la tenda e vidi un bambino vestito di bianco, dai quattro ai cinque anni, il quale mi disse: ‘Venite in cappella, la Santa Vergine Vi aspetta’. Immediatamente mi venne da pensare: ‘Mi sentiranno!’. Ma quel bambino rispose pronto: ‘State tranquilla: sono le undici e mezzo e tutti dormono profondamente. Venite che Vi aspetto!’.
Mi affrettai a vestirmi e seguii il bambino che era restato in piedi senza spingersi oltre la spalliera del letto.
Il fanciullo mi seguì - o meglio, io seguii lui dovunque passava - tenendosi sempre alla mia sinistra. I lumi erano accesi dappertutto dove noi passavamo, il che mi sorprendeva molto.
Rimasi però assai più meravigliata all’ingresso della cappella, quando la porta si aprì, appena il bambino l’ebbe toccata con la punta di un dito. La meraviglia poi fu ancora più completa quando vidi tutte le candele e tutte le torce accese, come alla Messa di mezzanotte.
Però non vedevo ancora la Madonna.
Il bambino mi condusse nel presbiterio, accanto alla poltrona del Signor Direttore, dove io mi posi in ginocchio, mentre il bambino rimase tutto il tempo in piedi.
Poiché mi sembrava che passasse molto tempo, ogni tanto guardavo per timore che le suore vegliatrici passassero dalla tribuna.
Finalmente giunse il sospirato momento. Il bambino mi avvertì, dicendomi: ‘Ecco la Santa Vergine, eccola!’. Sentii un rumore, come il fruscio di vesti di seta, venire dalla parte della tribuna, presso il quadro di san Giuseppe, e vidi la Santa Vergine che venne a posarsi sui gradini dell’altare dal lato del Vangelo ...
Il bambino mi disse: ‘Ecco la Madonna!’.
Dire ciò che provai in quel momento e ciò che succedeva in me, mi sarebbe impossibile.
Guardando la Santissima Vergine, spiccai allora un salto verso di Lei, ed inginocchiandomi sui gradini dell’altare, appoggiai le mani sulle ginocchia della Santa Vergine.
Quello fu il momento più dolce della mia vita.
La Madonna mi spiegò come dovevo comportarmi col mio direttore spirituale e parecchie cose che non debbo dire.
Mi insegnò il modo di regolarmi nelle mie pene e, mostrandomi con la sinistra i piedi dell’altare, mi disse di andarmi a gettare ai piedi dell’altare ad espandervi il mio cuore, aggiungendo che là avrei ricevuto tutti i conforti di cui ho bisogno.
La Madonna mi disse: ‘Figlia mia, il buon Dio vuole affidarVi una missione. Essa sarà per Voi fonte di molte pene, ma soffrirete volentieri pensando che si tratta della gloria del buon Dio.
Avrete la grazia; dite tutto quanto in Voi succede, con semplicità e confidenza.
Vedrete certe cose, sarete ispirata nelle Vostre preghiere; rendetene conto a chi è incaricato della Vostra anima’.
A questo punto la Madonna aggiunse con un’espressione molto triste:
‘I tempi, figlia mia, sono molto tristi.
Gravi sciagure stanno per colpire la Francia.
Il trono sarà rovesciato; tutto sarà sconvolto da disgrazie d’ogni specie (dicendo questo la Madonna aveva l’aspetto molto addolorato).
Ma venite ai piedi di questo altare! Qui le grazie saranno sparse su tutti... Sopra tutte le persone che le chiederanno con fiducia e fervore, sui piccoli e sui grandi... Figlia mia, io mi compiaccio di spandere le mie grazie sulla Comunità ...
Sopraggiungeranno grandi mali; il pericolo sarà grande, ma non temete! Io stessa sarò con voi, ho sempre vegliato su di voi; vi accorderò molte grazie...
VERRÀ UN MOMENTO IN CUI IL PERICOLO SARA' GRANDE E TUTTO SEMBRERÀ' PERDUTO, MAI IO SARÒ' CON VOI; ABBIATE FIDUCIA!
In altre Comunità vi saranno vittime (la Santissima Vergine aveva le lacrime agli occhi dicendo questo); vittime ci saranno nel clero di Parigi e lo stesso Arcivescovo morirà (di nuovo la Madonna versò lacrime).
Figlia mia, la Croce sarà disprezzata; per le vie scorrerà il sangue; il mondo intero sarà nell’afflizione (qui la Vergine Santa non poteva più parlare: un gran dolore le era dipinto sul volto)’.
Quanto tempo restai con la Madonna, non saprei dirlo.
Tutto quello che so è che se ne andò, scomparendo come un’ombra che svanisce, dirigendosi verso la tribuna, dalla parte da cui era venuta.
Alzatami dai gradini dell’altare, rividi il bambino, là dove l’avevo lasciato, il quale mi disse: ‘Se ne è andata!’.
Rifacemmo lo stesso cammino, trovando sempre tutti i lumi accesi e tenendosi quel bambino sempre alla mia sinistra. Credo che quel bambino fosse il mio Angelo Custode, resosi visibile per farmi vedere la Santa Vergine; io infatti l’avevo molto pregato di ottenermi un tal favore. Era vestito di bianco e portava con sé una luce prodigiosa, ossia era sfolgorante di luce.
Tornata a letto, sentii suonare le due e non ripresi più sonno”.

0 Comments


Recommended Comments

There are no comments to display.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Informativa Privacy