Jump to content

CATECHISMO DELLA DOTTRINA CRISTIANA; PARTE V: "DELLE VIRTÙ PRINCIPALI E DI ALTRE COSE NECESSARIE A SAPERSI DAL CRISTIANO"; CAPO I. Delle virtù principali; 4. - Della Sacra Scrittura.


Valerio

109 views

Le verità che Dio ha rivelato si contengono nella Sacra Scrittura e nella Tradizione. La Prima è la collezione dei libri scritti dai Profeti ed Agiografi, dagli Apostoli, e dagli Evangelisti per ispirazione dello Spirito Santo, e ricevuti dalla Chiesa come ispirati. Essa, inoltre, si divide in due parti: l'Antico e il Nuovo Testamento.
Il Primo contiene i libri ispirati, scritti prima della venuta di Gesù Cristo. Il Nuovo quelli scritti dopo la venuta di Gesù Cristo.
La Sacra Scrittura si chiama comunemente col nome di Sacra Bibbia, che significa "collezione di libri santi", è il libro per eccellenza, il libro dei libri, quello ispirato da Dio.
Nella Sacra Scrittura non ci può essere nessun errore, perché, essendo tutta ispirata, è proprio Dio l'autore di tutte le sue parti. Nelle copie e traduzioni di essa, tuttavia, può essere stato commesso qualche sbaglio o dei copisti o dei traduttori. Nelle edizioni rivedute ed approvate dalla Chiesa cattolica, però. non ci può essere errore in ciò che riguarda la fede o la morale.
La lettura della Bibbia non è strettamente necessaria a tutti i cristiani, quando si fanno istruire correttamente dalla Chiesa, ma è molto utile e raccomandata a tutti. Si possono leggere solamente quelle traduzioni volgari della Bibbia, che sono riconosciute fedeli dalla Chiesa cattolica, e sono accompagnate da spiegazioni approvate dalla Chiesa medesima, perché essa sola è legittima custode della Bibbia.
Il vero senso delle Sacre Scritture noi possiamo conoscerlo solo per mezzo della Chiesa, perché solo la Chiesa non può sbagliare nell'interpretarle.
Se ad un cristiano venisse offerta la Bibbia da un protestante, o da qualche emissario dei protestanti, egli dovrebbe rigettarla con orrore, perché proibita dalla Chiesa; se, poi, l'avesse ricevuta senza badarvi, dovrebbe subito gettarla alle fiamme, o consegnarla al proprio parroco.
La Chiesa, infatti, proibisce le Bibbie protestanti perché o sono alterate e contengono errori, oppure, mancando della sua approvazione e delle note esplicative dei sensi oscuri, possono nuocere alla Fede.

0 Comments


Recommended Comments

There are no comments to display.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...

Important Information

Informativa Privacy