Vai al contenuto

IL CREDO; Capo XII; Dell'undicesimo articolo: "La risurrezione della carne"

Valerio

18 visite

L'undicesimo articolo del Credo c'insegna che tutti gli uomini risusciteranno, ripigliando ogni anima il corpo che ebbe in questa vita. La risurrezione dei morti avverrà per virtù di Dio onnipotente, a cui nulla è impossibile; avverrà alla fine del mondo, e allora seguirà il giudizio universale. Dio vuole la risurrezione dei corpi, perché, avendo l'anima operato il bene o il male unita al corpo, sia ancora insieme con esso premiata o punita. Vi sarà grandissima differenza tra i corpi degli eletti e quelli dei dannati, perché i soli primi avranno a somiglianza di Gesù Cristo risorto le doti dei corpi gloriosi. Esse sono:

1° la impassibilità, per cui non potranno più essere soggetti a mali, a dolori di veruna sorta, né a bisogno di cibo, di riposo o d'altro;

2° la chiarezza, per cui risplenderanno a guisa del sole e d'altrettante stelle;

3° l'agilità per cui potranno passare in un momento e senza fatica da un luogo all'altro e dalla terra al cielo;

4° la sottigliezza, per cui senza ostacolo potranno penetrare qualunque corpo, come fece Gesù Cristo risorto.

I corpi dei dannati saranno privi delle doti dei corpi gloriosi dei Beati, e porteranno l'orribile marchio dell'eterna riprovazione.



0 Commenti


Recommended Comments

Non ci sono commenti da visualizzare.

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×

Important Information